Il sud è
una direzione
geografica
ACQUISTA ORA!
Non un luogo
e neppure
un'identità
culturale
ACQUISTA ORA!

Il Paese del Sole

Per liquidare i popoli si comincia col privarli della memoria. Si distruggono i loro libri, la loro cultura, la loro storia. E qualcun altro scrive loro altri libri, li fornisce di un’altra cultura, inventa per loro un’altra storia.

Il Progetto

Questo libro è un viaggio di bellezza e verità in una terra millenaria, culla della civiltà occidentale, al centro del Mediterraneo. Una terra che nel 1861 con la sua annessione al resto della nascente Italia diventa sud: come luogo geografico e come identità culturale.

Distrutta economicamente, disgregata socialmente, umiliata moralmente, questa terra oggi può e deve fare affidamento sulle sue straordinarie risorse ambientali e sull'innato talento creativo della sua gente, lasciando cadere la distruttiva tendenza al vittimismo e alla lamentela, per riaffermarsi in quel ruolo che da sempre le compete al centro del Mediterraneo.

IL PAESE DEL SOLE-geographica-Tonino-Mosconi-libro-monografia-sud-italia-cartina-italia

Verso sud


Una terra dalla storia millenaria, culla del pensiero moderno al centro del Mediterraneo.
IL PAESE DEL SOLE-geographica-Tonino-Mosconi-libro-monografia-sud-italia-ecomostri-distruzione-natura

Il tempo della distruzione


Una terra che nel 1861 con la sua annessione al resto della nascente Italia diventa sud: come luogo geografico e come identità culturale.
IL PAESE DEL SOLE-geographica-Tonino-Mosconi-libro-monografia-sud-italia-tempio-ellenizzazione

Il tempo dello splendore


Ciò che chiamiamo Italia era Magna Grecia.” (Ovidio). Una Civiltà che nel V e IV sec. a.C. raggiuse vette di splendore anche superiori a quelle della Grecia classica.
IL PAESE DEL SOLE-geographica-Tonino-Mosconi-libro-monografia-sud-italia-germogli-rinascita

Il tempo della rinascita


Il sole dentro gli sguardi, i gesti, i volti di una terra che stà seminando i suoi germoli di futuro.

"Un libro profondamente europeista.
Solo prendendo coscienza della propria storia i popoli possono essere veramente Uniti"

Italo Campagnoli,
Editore


Disponibile ora!

Acquista la tua copia del libro report "Il Paese del Sole"!



Ottienilo

Il Libro

Il libro racconta, per immagini e parole, una terra, il meridione d’Italia, in un percorso storico e geografico che vede rappresentate le regioni dall’Abruzzo alla Sicilia; quella che fino al 1861 era il Regno delle due Sicilie.

Si racconta la storia di questo paese dagli antichi splendori della Magna Grecia alla devastazione sociale e economica del Risorgimento fino ai giorni nostri, in un percorso di presa di coscienza di una realtà complessa e difficile da interpretare. Nessuna verità rivelata, nessuna presa di posizione ideologica nel raccontare fatti storici e di attualità. Lo scopo è scuotere, incuriosire, stimolare il lettore ad approfondire egli stesso la complessa tematica affrontata.

Questo libro vuole essere un film più che un documentario, una poesia più che un racconto.

Cartonato rigido con sovracoperta opaca plastificata
352 pagine in carta patinata opaca da 170 gr
Formato verticale; chiuso 24 x 32 cm - aperto 32 x 48 cm
245 fotografie in bianco e nero con stampa in Bicromia
Uscita prevista per Aprile 2021

Il Paese del Sole

Dicono di noi parole, dediche recensioni di chi ha letto il libro in anteprima

  • Mauro Ferri
    Con il libro “Il Paese del Sole” Tonino Mosconi ha realizzato un’opera che sa coinvolgere, che riesce a emozionare ma, soprattutto, che induce chi legge i testi e si sofferma sulle immagini a rivedere drasticamente tutto quello che sapeva, o che credeva di sapere, sulle regioni meridionali della nostra penisola. E a rimettere in discussione anche i troppi pregiudizi sul sud e sulla sua gente, pregiudizi che si è portati a dare per scontati. Giustamente Mosconi mette subito in chiaro che il “sud” non è né un luogo, né un’identità: è solo una direzione geografica. E la storia di quelle regioni non racconta le vicende di un popolo depresso e oppresso che è stato “salvato” dall’unità d’Italia, ma la cronaca di un’operazione violenta di saccheggio e di predazione operata nel nome di presunti ideali di libertà da parte di un piccolo regno del nord Italia, pesantemente indebitato, con la complicità di stati come la Francia e l’Inghilterra, che volevano sbarazzarsi dell’ingombrante Regno delle Due Sicilie, quello sì, a quel tempo, ricco e properoso. L’Unità d’Italia ha posto fine a una lunga storia di prosperità per le regioni che vanno dalla Sicilia all’Abruzzo, una storia che ha attraversato i secoli e risale a quando quelle terre si chiamavano Magna Grecia. Lo sguardo di Tonino Mosconi coglie i molteplici aspetti dei luoghi e della gente che vi abita, si posa emozionato sui paesaggi e sulle testimonianze di un ricco passato, curioso e coinvolto sui volti autentici di contadini, di artigiani e di pastori, impietoso sulle testimonianze dello scempio perpetrato da uno sviluppo economico brutale e selvaggio, che ha devastato il millenario equilibrio tra l’uomo e la natura; un equilibrio che, ancora fino al XIX secolo, faceva di queste regioni una mitica meta per i viaggiatori europei. Ma Mosconi non si limita a guardare. Egli racconta. E i testi che accompagnano le immagini, quando non sono resoconti storici, diventano narrazione, una presa diretta sui luoghi resa con un linguaggio semplice e immediato, che dà al lettore la sensazione di essere lì, dentro l’immagine che accompagna il testo. Le ultime pagine del libro sono nel segno dell’ottimismo: guardano a un futuro capace di curare le pesanti ferite, con il recupero orgoglioso del rapporto con la terra, di quello che sa produrre, e dei valori tradizionali che sono le vere identità dei popoli che vivono nel Paese del Sole.
    Mauro Ferri
    Giornalista e scrittore
  • Italo Campagnoli
    Un libro profondamente europeista. Solo prendendo coscienza della propria storia i popoli possono essere veramente Uniti
    Italo Campagnoli
    Editore
  • Giorgio Marcoaldi
    Un viaggio, quello di Tonino. Un viaggio tra arte, storia, bellezza, disperazione e distruzione. Un viaggio fotografico dove traspare l'amore incondizionato per questa terra. Immagini piene di suggestioni e poesia, anche quando raffigurano i disastri nostri e quelli ereditati. Immagini che rimangono impresse nella mente, da guardare e riguardare.
  • Mattia Langella
    Esistono storie, che non si fanno trovare. Alcune sussurrano per non farsi sentire. In un mondo globale, dove tutto corre veloce, il fotografo Tonino Mosconi punta a Sud e lo racconta da una nuova prospettiva. “Il sud è una direzione geografica, non un luogo e neppure un’identità sociale”. L’incontro con una professoressa, la curiosità è una scintilla. La lente di Mosconi è il bianco e nero “il modo più efficace per rappresentare drammaticità e bellezza”. E diciamolo subito, il grande formato del libro regala un impatto visivo unico. Le foto in bianco e nero fermano il tempo, lasciano sospesi i contorni, i paesaggi, i volti, le rughe. Il Sud è nudo. Un viaggio che attraversa Abruzzo, Molise, Basilicata, Campania, Calabria, Puglia, Sicilia. Basterebbe anche solo sfogliare le quasi 400 pagine del “Paese del Sole” per lasciarsi incantare dagli incastri di chiaro e scuro, dal quotidiano che spoglia piano piano una storia, come fosse la prima volta. È la storia del sud Italia, riletta attraverso un enorme lavoro di ricerca durato mesi. Incontri e dialoghi con storici, studiosi e gente di strada fino ad arrivare in piccoli paesi dimenticati dove ancora non si parla in Italiano, ma si ricorda. In fondo, la memoria è quello che ci lega. Tornare indietro, per guardare avanti. E questa rilettura, parla di un Sud ricchissimo, depredato, di realtà industriali saccheggiate e portate al Nord, di identità violata. La geografia delle fonti è importante e traccia un ponte con il contemporaneo. Mosconi non giudica, ma racconta e lascia al lettore la possibilità di percorrere nuove strade, “voglio incuriosire e rendere le persone sensibili”. Il Paese del Sole è la sintesi di oltre 20 mila foto scattate, di migliaia di chilometri percorsi, di intere giornate passate ad ascoltare centinaia di storie, che in fondo, sono un po’ anche le nostre e parlano di quello che non abbiamo mai avuto il coraggio di raccontare.
    Mattia Langella
    Giornalista

L'Autore

Autore di libri e servizi fotografici di carattere di reportage geografico, etnografico e di ambiente. Ha viaggiato i cinque continenti raccontando storie legate ai Paesi e alle sue genti, in libri fotografici e monografie illustrate.

Collabora con enti pubblici e privati per la promozione e la salvaguardia del territorio e delle tradizioni culturali locali. Realizza servizi fotografici per editoria libraria, riviste di viaggio, cataloghi e directory aziendali per l'industria e il turismo.

Tiene corsi e seminari di fotografia e Photoshop con metodologia basata prevalentemente sullo studio dell'immagine e sulla percezione visiva

Ottieni l'estratto gratuito


Un riassunto del libro in un Pdf di 48 pagine da cui avere un idea di massima della tematica affrontata, sia dal punto di vista letterario che da quello iconografico.